domenica 5 febbraio 2012

Chiacchiere

Carnevale si avvicina e la voglia di chiaiacchiere e zeppole si fà sentire.
Soprattutto la nostalgia delle chiacchiere che faceva la mia nonna, erano buonissime, dolcissime e leggerissime. Inutile dire che come le sue non le ho più assaggiate, né sono riuscita a emularle.
Quest'anno poi nuova sfida: fare delle chcchiere buone e senza uova.
Ecco il risultato



Ed ecco la ricetta
290 gr farina
60 gr maizena
80 gr zucchero
40 gr margarina vegetale
2 cucchiai di olio evo
2-3 cucchiai di succo di limone e mandarino (ho spremuto 1 limone e un mandarino)
un pizzico di sale
1/2 cucchiaino di lievito


Fare la fontana con la farina, aggiungere lo zucchero, la margarina ammorbidita, l'olio, il sale, il lievito in polvere.

Mescolare la farina e lo zucchero con gli altri ingredienti. Legare il tutto aggiungendo il succo e se occorre aggiungere un po' d'acqua, fino ad ottenere un impasto non troppo morbido .
Impastare bene, formare la palle avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo per almeno 45 minuti.

Stendere la pasta finissima, tagliare a rombi o quadrati e friggere in olio non troppo caldo (ma neanche troppo freddo, buttare un pezzettino di pasta nell'olio se fà le bollicine e non rimane sul fondo  é alla giusta temperatura)

Si possono fare anche nel forno:
stendere il più fine possibile, tagliare e disporre in una teglia foderata di carta da forno; infornare in forno ben caldo a 160-170° per circa 15 minuti.fino a doratura.

una volta fredde spolverare di zucchero a velo


Con questa ricetta partecipo al contest de "Il Molino Chiavazza" Contest Mani in Pasta - I dolci del Carnevale - Febbraio 2012

2 commenti:

  1. devo dire che sono uscite proprio buone, e poi rimangono croccanti anche il giorno dopo.

    RispondiElimina